MEDITAZIONE ∞ DEGUSTAZIONE con Federica Piccoli – #1

Il progetto MEDITAZIONE ∞ DEGUSTAZIONE nasce dal forte legame della nostra esperta, Federica Piccoli, con il cibo del territorio in cui è cresciuta. È stato proprio questo legame che, negli anni in cui ha vissuto all’estero, le ha permesso di mantenere un equilibrio alimentare e di creare un percorso di valorizzazione del cibo nei suoi aspetti qualitativi, nutrizionali ed emozionali.
Ritornata in Italia, Federica ha iniziato dai luoghi della sua tradizione, ma la curiosità la guida nella ricerca delle particolarità tipiche di ciascun luogo, delle tradizioni alimentari, delle suggestioni che portano a percorsi ed esperienze sensoriali. Ormai anche in modalità digitale.

Le esperienze sensoriali complesse guidate da Federica, includono tecniche di respirazione e meditazione, basandosi anche sulla tecnica del “distrarsi per concentrarsi”.
L’abbinamento con vivande e bevande ha una triplice valenza:

  1. come strumento, tramite l’uso dei cinque sensi, per riscoprire l’ascolto di sé e la capacità di concentrarsi sul presente e rilassarsi
  2. come riscoperta – o scoperta ex novo – del legame di cibo e vino con il territorio da cui provengono
  3. come mezzo per potenziare la propria intelligenza intuitiva e migliorare il proprio rapporto con il cibo e il vino

La Meditazione ∞ Degustazione si può fare con diversi alimenti o bevande. I più adatti sono quelli gustosi, che hanno sapori che ci riportano a memorie particolari, ma che soprattutto hanno caratteristiche complesse, così da poterli conoscere da più punti di vista, come il vino, il
vermouth, i succhi e i centrifugati, il cioccolato ed il formaggio; oppure con cibi semplici che fanno da base per assaporare erbe, spezie e salse particolari.

La Meditazione ∞ Degustazione ha una struttura flessibile che si adatta al numero dei partecipanti, alle scelte del delle bevande o degli alimenti con cui sorprendersi, al luogo, all’intervento del sommelier o del produttore, del nutrizionista o di un oratore.
Il movimento, l’interazione con altre persone e il divertimento sono alcuni aspetti caratteristici di questa esperienza, che nasce da un retaggio culturale che considera l’aspetto nutrizionale del pasto strettamente legato al suo valore conviviale e sociale.

L’attenzione all’aspetto culturale è legato al piano della percezione sensoriale, così da permetterci di entrare in contatto con la nostra “pancia”, intesa come la capacità intuitiva che tutti abbiamo di riconoscere ciò che ci fa bene o male, di guidarci in molte scelte.
La complessità di queste esperienze fa sì che chi le vive si senta sempre a proprio agio e possa esplorare le proprie abilità percettive secondo i propri ritmi, scoprendo e imparando a mantenere vive alcune personali sensazioni di benessere legate alla degustazione sensoriale.

Vuoi saperne di più? Contattaci per maggiori informazioni.